Yoga Cake

Per festeggiare la festa della mamma ho
scelto questo tema, la maternità associata allo yoga,una pratica spirituale e
fisica che attraverso la respirazione e le asana si raggiunge il proprio
equlibrio psico fisico.

 

Penso che la maternità faccia parte di uno dei
più grandi miracoli della natura. Due cuoricini battere in un corpo solo, organi
vitali che giorno dopo giorno, mese dopo mese si sviluppano all’interno di uno
spazio piccolo e misurato. In quel momento ci si ha la percezione di quanto
affascinante, straordinaria sia la vita, e in quei momenti che i nostri tormenti
trovano casa nella nostra mente, dalle semplici paure fisiche (la paura del
travaglio, il dolore) alle paure morali ( il non riuscire ad essere una mamma
perfetta ed adempiere perfettamente a quello che la vita dal giorno dopo il
parto ci propone).
Penso che non esista né una mamma perfetta né
un amore perfetto, gli errori, le ansie, il troppo amare e proteggere pensando
che sia la cosa giusta e accorgersi dopo che non è così, oppure il contrario il
poco amare, l’essere severi, privando alle volte quelle anime fragili persino di
una carezza, ci portano a capire quanto difficile sia la natura umana, quanto
anche se alle volte sembra che siamo macchine progettate al fine di raggiungere
uno scopo, ci si trova dopo a fare i conti con lo specchio della realtà che ci
rende consapevoli di quanto quei modus vivendi così radicati, sono tanti piccoli
traumi mai elaborati e mai considerati.

 

L’uomo ha paura di tutto ciò che è nuovo e non
conosce, lo yoga aiuta a vincere queste paure sciogliendole come nodi.
La maternità carica la mente umana di queste
paure, ma altrettanto forte è quell’energia positiva, di tranquillità che parte
da dentro e che il viso materializza. La festa della mamma è anche un momento
per festeggiare questo grande miracolo, una vita che batte dentro noi, due
manine che poi accarezzeranno il nostro viso, due occhioni che ci guarderanno
impauriti quando ci vedranno piangere, due motivi per amare la propria vita e
per capire di quanto arduo, faticoso, doloroso, gioioso, allegro, vitale sarà il
nostro percorso insieme a loro.

 

Di qui l’importanza dello yoga sin dai primi
giorni di vita all’interno della pancia, e soprattutto dopo fuori dalla
pancia.
Lo yoga è l’unione del nostro io fisico,
mentale e spirituale, diventa un modo di vivere, di vivere bene, è un modo per
imparare a rilassarsi e al contempo a tonificare la muscolatura, c’incoraggia a
concentrare la mente e a diventare più consapevoli del flusso interno
dell’energia, il proprio chakra.
Via via che viene praticato si acquisirà una
nuova consapevolezza fisica e mentale, agilità e resistenza, depurante e
benefico. Questa disciplina aiuta a ridurre l’ansia, gli sbalzi umorali e
accresce l’autostima.
Imparare a respirare, a sentire il proprio
respiro dove nasce e dove finisce è la nostra chiave di volta attraverso il
quale supereremo qualsiasi ostacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *