New Year–Pandoro farcito

Sii sempre in guerra con i tuoi vizi, in pace con i tuoi vicini, e lascia che ogni nuovo anno ti trovi un uomo migliore.(Benjamin Franklin)
Un anno è già trascorso, tra sogno e realtà, tra favola e magia,tra insidie e imprevisti,tra dubbi e incertezze,tra ansie e paure,tra l’arrendersi ed il combattere, il mio blog è stato qua,è ancora qua oggi all’alba di un nuovo anno,per ringraziare tutti quanti voi che fedelmente,in silenzio,in privato ma con costanza mi seguite.
Questa volta il mio articolo,il mio dolce,il mio operato è per voi,uno,dieci,cento ,mille non importa quanti siete,importa che oggi siete qui con me ,a leggere le pagine di questa passione che con leggerezza e semplicità giorno dopo si costruisce,si carica di ambizioni che nascono e trovano espressione una volta che l’articolo è uscito,niente di più.
Grazie a tutti di cuore per la fiducia e il rispetto che donate  al mio lavoro, auguro un anno speciale,costellato di sogni e speranze ,di coraggio nel superare le angustie che la vita ci presenta,e di sorridere sempre in ogni caso,per non trovarsi un giorno il rimpianto di non aver sorriso.
Vi lascio oltre la ricetta di questo delizioso pandoro farcito, una bellissima citazione di un libro che a me ha sempre emozionato tantissimo “Va dove ti porta il cuore” di Susanna Tamaro.
Dall’omonimo libro nel 1996 fu prodotto anche il film, dove nel ruolo principale c’era lei,un’attrice di una bravura indescrivibile oltre di bellezza,con un’interpretazione da brivido al cuore,Virna Lisi.
“Quando a te si apriranno tante strade e non saprai quale scegliere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. 
Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuto al mondo, non farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora, resta in silenzio ed ascolta il tuo cuore. 
E quando ti parla, alzati e vai dove lui ti porta. “( Susanna Tamaro)
Ingredienti base
1 Pandoro
Ingredienti Crema alla nocciola
350 gr di Latte parzialmente scremato
3 Tuorli grossi (o 4 tuorli medi)
110 gr di Zucchero di zucchero di canna
50 gr di Amido di mais
30 gr di Nocciole tostate e tritate
25 gr di Pasta di nocciole
In una pentola dal fondo spesso riscaldiamo il latte.
Nella boule della planetaria montiamo i tuorli con lo zucchero.
Quando il loro colore diventa chiaro e saranno gonfi incorporiamo a pioggia l’amido e amalgamiamo bene il tutto.
Con la planetaria in funzione,velocità minima,versiamo il latte a filo.
Spostiamo il composto di latte e uova nella pentola e a fiamma bassa,sempre mescolando,aspettiamo che si addensi a crema.
Sistemiamo la crema ancora calda in una ciotola di vetro e copriamo la superficie con la pellicola.
Ganache al Cioccolato fondente come copertura
250 gr di Panna fresca
270 gr di Cioccolato fondente al 70% di ottima qualità
1 cucchiaio da te di Burro
Tritiamo a piccoli pezzi il cioccolato e sistemiamolo in una ciotola.
Versiamo la panna in un pentolino e riscaldiamola,non deve raggiungere il bollore.
Calda a filo la incorporiamo al cioccolato e mescoliamo fino a quando il cioccolato si sarà sciolto tutto,aggiungiamo in ultimo il burro e mescoliamo fino a quando anch’esso si sarà sciolto.
Bagna al Vermut
100 ml di Vermouth
115 ml di Acqua
Misceliamo nella bottiglia per bagne il vermouth con l’acqua.
Togliamo la pellicola alla crema e aggiungiamo le nocciole tritate e con la spatola in silicone inglobiamola.
Versiamola in una sac a poche con beccuccio grande a stella ( numero 8B).
Sistemiamo il nostro pandoro su un tagliere,coricato, e con un coltello in ceramica a lama liscia,priviamolo della parte bombata che si trova al di sotto del pandoro.
A questo punto andremo a tagliare due stelle,due fette, alte tre centimetri. Sistemiamo la stella più grande,quella che sarà la base del dolce,su una griglia poggiata su una ciotola.
Irroriamo il pandoro con la bagna al Vermouth,con la sac a poche partiamo dalle punte e decoriamo tutta la stella.
Poggiamo sul tagliere la stella di pandoro più piccola della precedente e bagniamola con il vermouth.
Sistemiamola alternata rispetto alle punte sottostanti.
Prendiamo la ganache liquida, e con un mestolino la coliamo su tutto il dolce,fino a ricoprirlo del tutto.
Prima di decorarlo con qualsiasi decorazione aspettiamo che la ganache sia diventata compatta a temperatura ambiente( 15/20 minuti).
Ho decorato il pandoro con la pasta di zucchero a forma di orologio ,con numeri romani,lancette e uccellini innamorati.
Consigli
Il dolce va sistemato in frigo,per la presenza di crema,qualora venga preparato al mattino e consumato la sera.
Ricordate di uscire il dolce dal frigo due ore  prima di servirlo,cosicché sia la ganache sia la crema trovino modo di ammorbidirsi amalgamando i sapori.
La preparazione presenta diversi passaggi,e per evitare che la crema raffreddandosi indurisca la superficie,viene messa a diretto contatto con essa,senza lasciare neppure una piccola bolla d’aria all’interno, un velo di pellicola che la isola dall’aria.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *