Zeppole

“ Caro papà nel giorno della tua festa, voglio dirti cosa c’è nel mio cuore quando mi guardi con amore….” (Anna Costanzo)
Inizia così la poesia che i bimbi stanno segretamente imparando, per poterla giovedì interpretare con occhioni carichi di emozione, e vocina tremolante dinanzi al loro fantastico papà.
Del resto chi non sarebbe felice ad avere un papà dolce e premuroso, generoso e scherzoso, giocherellone e burlone, chi non gioirebbe ad avere un papà Peter pan nella propria vita, un compagno di avventure , che ti tiene la manina sul sentiero della vita, e ti aiuta ad alzarti con sorriso quando sei caduto?
Il loro papà è così, il mio compagno di vita è così e i nostri bimbi non possono che essere fortunati ad essere nati sotto questa immensa stella luminosa.
Ma il loro papà è anche molto golosone e per festeggiarlo dignitosamente non potevano mancare i suoi dolcetti preferiti dei quali ne va davvero pazzo, soprattutto quando li “innevica” di cannella, come se già non ce ne fosse….
ma se lui fosse una spezia, sarebbe la Cannella…
Ingredienti Pasta Choux
525 gr di Acqua

330 gr di Farina

120 gr di Burro

1/2 cucchiaino di Zucchero semolato
7 Uova Grandi
Procedimento
In una pentola dal fondo alto , mettiamo a bollire l’acqua con il burro e lo zucchero, mescoliamo di tanto in tanto.
Quando tutto il burro si sarà sciolto aggiungiamo la farina tutta d’un fiato, abbassiamo la fiamma e con un cucchiaio in legno mescoliamo con forza fino a far amalgamare la farina perfettamente, senza grumi, ai liquidi e fino a quando si staccherà facilmente dalle pareti della pentola.
Versiamo l’impasto freddo nella boule della planetaria, con il gancio a foglia, aggiungiamo un uovo la volta aspettando che si sia amalgamato perfettamente all’impasto prima d’incorporare il successivo.
Intanto preriscaldiamo il forno a 180°.
Foderiamo una teglia abbastanza larga con carta forno e versiamo l’impasto in una sac a poche con beccuccio a stella.
Teniamo la sac a poche verticale al piano di lavoro e con un movimento circolare da sinistra verso destra formiamo un cerchio, con un diametro non molto largo.
Distanziamo di 4 dita le zeppole le una dalle altre per evitare che durante la cottura in forno, la loro lievitazione, le faccia attaccare.
Alziamo la temperatura a 200° con modalità ventilato, inforniamo al secondo ripiano, una teglia per volta.

 

Crema alla vaniglia
4 Tuorli
200 gr di Zucchero a velo
2 cucchiai di estratto di vaniglia
100 gr di amido di mais
700 gr di latte parzialmente scremato
1 Baccello di vaniglia
Procedimento
Con un coltello in ceramica, incidiamo in lunghezza, il baccello di vaniglia senza estrarre i semi.
Versiamo il latte in una pentola dal fondo alto con il baccello di vaniglia e riscaldiamo leggermente.
Nella boule della planetaria montiamo i tuorli con lo zucchero a velo, quando saranno spumose, abbassiamo la velocità, aggiungiamo a pioggia l’amido di mais e l’estratto di vaniglia,alziamo la velocità e impastiamo bene il tutto. Estraiamo il baccello di vaniglia dal latte e filtriamolo attraverso un colino a magli fitte.
Con la planetaria in funzione,a velocità minima, incorporiamo a filo il latte caldo.
Versiamo questo composto nella pentola e cuciniamo, sempre mescolando, a fiamma bassa, fino a quando la crema si sarà addensata.
Decorazione
Cannella
Zucchero a Velo
Amarene sciroppate denocciolate
Sistemiamo le zeppole su una gratella e spolverizziamole di zucchero a velo. Riempiamo la sac a poche, con beccuccio a stella, con la crema alla vaniglia, e decoriamo le nostre zeppole, un pizzico di cannella , un’amarena e sono pronte a deliziare i nostri palati.
Consigli
Per la pasta choux è bene ricordare alcuni accorgimenti:
le uova vanno incorporate solo quando l’impasto è interamente freddo, anche all’interno;
accertatevi, prima d’incorporare le uova, della densità dell’impasto, non sempre servono sette, alle volte sei o addirittura otto, dipende dalla grandezza delle uova.
L’impasto deve risultare morbido e liscio, né molto liquido né molto duro ciò ne pregiudicherà la cottura in forno.
Il forno in cottura non va mai aperto, estrarre le zeppole dal forno solo quando avranno assunto un color nocciola in superficie.
Prima di decorare le zeppole mettete le amarene in un colino posto all’interno di un contenitore, così da eliminare il succo in eccesso, ed evitare le classiche venature di sciroppo sulla crema.
“….Papà ti voglio bene,tienilo a mente,stringimi al cuore,coccolami teneramente….” (Anna Costanzo)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *